Informarsi è partecipare - Gruppo consiliare "Uniti per Godiasco" - Godiasco Salice Terme (PV)


mercoledì 31 marzo 2010

Contributi della Fondazione Comunitaria Prov. di Pavia

Interessanti questi bandi della FONDAZIONE COMUNITARIA DELLA PROVINCIA DI
PAVIA. Molto interessanti tutte le tipologie di intervento considerate. Potrebbe certamente farne tesoro il nostro comune.

1° BANDO 2010
Erogazioni di fondi messi a disposizione dalla Fondazione Cassa di Risparmio delle Province Lombarde
Obiettivi
Individuare progetti di utilità sociale nel territorio della
provincia di Pavia da finanziare con il concorso dei proponenti o
con donazioni provenienti da altri soggetti (privati, imprese,
Enti, Istituzioni).
Tipologia di intervento
1) Assistenza sociale e sociosanitaria
2) Tutela promozione e valorizzazione di beni di interesse storico ed artistico
3)Progetti per la promozione di attività culturali:manifes tazione, mostre, pubblicazioni, progetti su cultura e territorio

Risorse e contributo 633.000,00 euro.
Saranno presi in considerazione progetti il cui costo
complessivo sia non superiore a 100.000 euro e non inferiore a 10.000 euro.
Il contributo richiesto alla Fondazione per i progetti relativi al settore (Tutela promozione e valorizzazione di beni storici ed artistici) non potrà essere superiore ai 20.000 euro e non potrà essere inferiore ai 5000, né potrà superare il
50% del costo del progetto.
Per i progetti relativi ai settori/e (Assistenza sociale e sociosanitaria e Progetti per la promozione di attività culturali) il contributo potrà arrivare fino ad un massimo di 10.000 euro ma potrà essere anche inferiore a 5000 euro fermo res tando il
limite del 50% nella copertura dei costi del progetto.
Per ottenere il contributo dalla Fondazione, le Organizzazioni dovranno coinvolgere la comunità suscitando donazioni a favore della propria iniziativa pari al 20% del contributo stanziato.
Scadenza Entro le ore 12.00 del 30 aprile 2010.
Informazioni e documentazione
www.fondazionepv.it
Tel. 0382/538795 Fax. 0382/532854 - Indirizzo di posta elettronica: segreteria@fondazionepv.it
05

martedì 30 marzo 2010

Statistiche demo socio economiche sulle regioni in cui si è votato

Ho trovato una serie di tabelle molto interessanti riguardanti i vari fenomeni demografici, sociali ed economici delle regioni in cui si è votato. Mi sembra che possa essere una lettura molto interessante, senz'altro consigliabile.
Le tabelle, leggibili qua, sono frutto del lavoro della equipe del sito di informazione de La Voce.
Talvolta mi sembra di notare qualche incongruenza, ma resta, a mio avviso, un lavoro molto pregevole.

Commento per i risultati elettorali ?

Non è nello scopo e nello spirito di questo blog il commentare elezioni diverse da quelle relative alle amministrative del nostro comune.
Certamente ognuno dei lettori, ed io, ha un suo punto di vista e lo esprime votando in sintonia con esso, ma, ripeto, è argomento che sfugge agli interessi di questo blog.

venerdì 26 marzo 2010

Ancora su Castelletto di Branduzzo - Bomba Ecologica








A seguito del post del 22 marzo scorso ho ricevuto l'invito di un giornalista per andare a fare un ulteriore sopralluogo al complesso della (ex) Ecogomma.
Il custode ci ha gentilmente concesso di entrare nello stabilimento.
E' inattivo dall'aprile del 2007 e la società è stata dichiarata fallita nel giugno del 2009.
Ho potuto visitare la struttura e constatare che la polvere di gomma tuttora nel complesso, ricavata dalla macinatura dei pneumatici, è contenuta in sacchi custoditi al coperto. Non può quindi volatizzarsi nell'ambiente.
Ho invece avuto conferma (ma era ovvio) che i pneumatici trattengono parte dell'acqua piovana e "allevano zanzare" che rendono il posto invivibile durante l'estate. Il sindaco di Castelletto ha confermato che esiste un impianto antincendio ad acqua, quindi assolutamente inidoneo.
Il custode, ex dipendente della società, ha decantato la validità dell'asfalto miscelato alla polvere di gomma (il core business di Ecogomma). In zona, ha detto, esiste un tratto realizzato con tale metodo: è quello che si incontra sulla provinciale dal punto dove la strada passa sotto la ferrovia fino alla rotonda successiva (in direzione Pavia): tale tratto è stato realizzato da 8 anni e risulta ancora perfetto, senza buche. Se così stanno le cose, c'è da domandarsi perchè non venga utilizzato sempre, considerata la qualità degli asfalti usati normalmente e la pioggia di danaro pubblico che viene spesa per i rattoppi. Un altro dei tanti misteri del Belpaese.
La validità della produzione farebbe anche pensare che sarebbe stato facile trovare degli investitori disponibili a rilevare la struttura dal curatore fallimentare, ma invece nulla si è mosso ormai da tre anni.
Lo stabilimento insiste su un'area di 100.000 mq, in minima parte coperti: mi pare che si ritenga più facile trovare interessati a questa anzichè al processo produttivo. Mi piacerebbe capire il perchè. Comunque il motivo per cui è partito da questo blog l'allarme ambientale è un altro problema, probabilmente prioritario per coloro che abitano nell'area di influenza (in caso di disastro per incendi) dello stabilimento. Attenzione meriterebbe anche la sorte delle 25 persone che lavoravano nell'azienda e che nella vicenda han perso lavoro e soldi: ma questa è un'altra storia ....
In questi giorni alcuni mezzi di informazione hanno raccolto l'appello, ma la strada è ancora lunga: il tono della protesta deve essere molto più alto per far intervenire l'autorità pubblica con provvedimenti risolutivi.

giovedì 25 marzo 2010

Sul sito del comune il bando per i "NONNI VIGILI"


Sul sito del Comune di Godiasco è leggibile il bando per i "nonni vigili" e la relativa domanda da compilare.
Nonni di tutto il mondo, unitevi !

(disegno di un bambino delle scuole elementari di Torino)

Non dimentichiamo la bomba ecologica di Castelletto di Branduzzo

Vai al post su Castelletto di Branduzzo.
Sotto un piccolo filmato:

video

Contributi per innovazione ed efficienza energetica

Camera di Commercio di Milano
Bando "Innovazione ed efficienza energetica" - 145 milioni di euro per l'acquisto di macchinari e attrezzature


Per rispondere ai bisogni concreti delle micro e piccole imprese lombarde e incoraggiare gli investimenti in un'ottica di sostenibilità ambientale, il bando "Innovazione ed efficienza energetica" della Regione Lombardia prevede l'assegnazione di contributi a fondo perduto per l'acquisto di macchinari e attrezzature tecnologicamente avanzati, che garantiscano cioè minori consumi specifici di energia e standard di efficienza più elevati, con una diminuzione dell'impatto sull'ambiente.
Possono richiedere i contributi micro e piccole imprese che:
* operano in uno dei settori di attività indicati nel bando
* hanno almeno un dipendente con contratto di lavoro subordinato e si impegnano a mantenere i livelli occupazionali nei 12 mesi successivi alla presentazione della domanda.

L'impresa beneficiaria dovrà scegliere tra due misure:
A) Efficienza energetica - sostituzione
B) Innovazione - acquisto nuovo

Domande: non oltre il 30 settembre 2010.
I contributi verranno erogati fino ad esaurimento delle risorse disponibili.
Le domande vanno presentate utilizzando il sistema Finanziamenti on line
Per il bando e tutte le informazioni:
Portale Cestec
Portale Regione Lombardia - sezione IMPRESE

25 marzo: Mina compie 70 anni

per leggere il post

lunedì 22 marzo 2010

Una bomba ecologica ?







Forse l'Oltrepò vive vicino ad una "bomba ecologica" e non ne sa nulla .... silenzio da tutte le fonti di informazione. Di cosa si tratta ?
A Castelletto di Branduzzo, a fianco dell'autodromo, esiste un complesso industriale, la Ecogomma, società (pare sia fallita) che doveva occuparsi di raccogliere pneumatici usati per tritarli e farli divenire una materia prima per varie lavorazioni, compreso il mescolarli all'asfalto per aumentarne le caratteristiche di resistenza.
La società era stata autorizzata, protocollo firmato con regione e provincia, ad accumulare fino a 30.000 (!) tonnellate di pneumatici. Poi, non si capisce come mai, si sarebbe arrivati alle attuali 60.000 (!!) tonnellate; questo forse per fare cassa, in quanto il ritirare il materiale fruttava denaro pagato da chi conferiva.
Ora la società risulterebbe inattiva e nei magazzini a cielo aperto c'è questa valanga di pneumatici, molti interi, altri già lavorati (tritati) in vari spessori. La prima conseguenza è che il vento, con il tempo, diffonde nell'ambiente la polvere di gomma con effetti certamente non benefici. Altro danno è che l'acqua piovana che ristagna nei copertoni produce una serie quasi infinita di mini allevamenti di zanzare. Il vero pericolo tuttavia è un altro: d'estate tutto il materiale, esposto al sole, si surriscalda e basterebbe poco per innescare un incendio. Parrebbe che nello stabilimento esista un impianto antincendio, ma ad acqua. Si ritiene che un incendio di copertoni debba essere trattato non con acqua, ma con schiuma. Ci si domanda quanto tempo impiegherebbero i pompieri per giungere sul posto in caso di allarme, e nel frattempo quali dimensioni avrebbe raggiunto l'incendio. Un consigliere di quel comune mi ha detto che ha avuto un parere tecnico in base al quale, in caso di incendio, si generebbero fumi in quantità tale da imporre l'evacuazione in un raggio di circa 25 km (Voghera ne dista solo 12). Dopo aver visto che esistono imbecilli come quelli che hanno generato l'inquinamento da petrolio del Lambro, la situazione a Castelletto mi sembra altamente inquietante.
Ci si domanda chi debba intervenire per mettere sotto controllo una situazione che potrebbe diventare esplosiva: il Comune ? la Provincia ? la regione ? la ASL ? il Prefetto ? Sarebbe veramente incomprensibile se tutti se ne lavassero le mani: se disgraziatamente succedesse qualcosa ? Quali dovrebbero essere i primi provvedimenti ? Coprire tutti i pneumatici ? Installare un impianto antincendio a schiuma ? Portare via tutti o parte i pneumatici ? Ci sarà qualcuno interessati a prenderli, da qualche parte ! E mi domando anche come sia stato possibile che un deposito autorizzato per 30.000 tonnellate sia arrivato a contenerne 60.000 ? Ci sono responsabilità ? Di chi ?
Spero che qualcuno raccolga questo appello e si faccia qualcosa al più presto.

video

Il paese dei bugiardi - Gianni Rodari


Filastrocche Italiane - Gianni Rodari - Il paese dei bugiardi

C'era una volta, là
dalle parti di Chissà,
il paese dei bugiardi.
In quel paese nessuno
diceva la verità,
non chiamavano col suo nome
nemmeno la cicoria:
la bugia era obbligatoria.

Quando spuntava il sole
c'era subito uno pronto
a dire: "Che bel tramonto!"
Di sera, se la luna
faceva più chiaro
di un faro,
si lagnava la gente:
"Ohibò, che notte bruna,
non ci si vede niente".

Se ridevi ti compativano:
"Poveraccio, peccato,
che gli sarà mai capitato
di male?"
Se piangevi: "Che tipo originale,
sempre allegro, sempre in festa.
Deve avere i milioni nella testa".
Chiamavano acqua il vino,
seggiola il tavolino
e tutte le parole
le rovesciavano per benino.
Fare diverso non era permesso,
ma c'erano tanto abituati
che si capivano lo stesso.

Un giorno in quel paese
capitò un povero ometto
che il codice dei bugiardi
non l'aveva mai letto,
e senza tanti riguardi
se ne andava intorno
chiamando giorno il giorno
e pera la pera,
e non diceva una parola
che non fosse vera.
Dall'oggi al domani
lo fecero pigliare
dall'acchiappacani
e chiudere al manicomio.
"E' matto da legare:
dice sempre la verità".
"Ma no, ma via, ma và ..."
"Parola d'onore:
è un caso interessante,
verranno da distante
cinquecento e un professore
per studiargli il cervello ..."
La strana malattia
fu descritta in trentatre puntate
sulla "Gazzetta della bugia".

Infine per contentare
la curiosità
popolare
l'Uomo-che-diceva-la-verità
fu esposto a pagamento
nel "giardino zoo-illogico"
(anche quel nome avevano rovesciato ...)
in una gabbia di cemento armato.

Figurarsi la ressa.
Ma questo non interessa.
Cosa più sbalorditiva,
la malattia si rivelò infettiva,
e un po' alla volta in tutta la città
si diffuse il bacillo
della verità.
Dottori, poliziotti, autorità
tentarono il possibile
per frenare l'epidemia.
Macché, niente da fare.
Dal più vecchio al più piccolino
la gente ormai diceva
pane al pane, vino al vino,
bianco al bianco, nero al nero:
liberò il prigioniero,
lo elesse presidente,
e chi non mi crede
non ha capito niente

27 e 28 marzo 18a Giornata FAI di Primavera

Torna, con la primavera, l'annuale appuntamento con il FAI.
Molto, troppo povera di iniziative la provincia di Pavia, mentre più ricca risulta quella confinante di Alessandria.
Saranno visitabili i seguenti monumenti:

Provincia di Pavia
Cigognola (PV) Castello di Cigognola
Piazza Castello
Sabato 27, ore 14.00 – 17.30; Domenica 28, ore 10.00 – 13.00 / 14.00 – 17.30
Corsie preferenziali per Iscritti FAI; possibilità di iscriversi in loco
Visite guidate
Apprendisti Ciceroni®: Liceo Artistico “A. Volta” di Pavia - classi III, IV, e V BL

Provincia di Alessandria
Alessandria Memorie di vita dietro un intonaco rosso Villa Borsalino
Via Cavour, angolo Corso Cento Cannoni
Domenica 28, ore 15.00 – 18.30
Corsie preferenziali per Iscritti FAI; possibilità di iscriversi in loco
Sabato 27, ore 15.00 – 18.30: ingresso riservato ai soli Iscritti FAI con un percorso di visita più ampio; possibilità di iscriversi in loco

Acqui Terme (AL) Prato Ebraico*
Via G. Romita, 31
Sabato 27 e Domenica 28, ore 10.00 – 17.30
Ritrovo Movicentro, Piazzale delle Corriere – Acqui Terme. Servizio Navette Movicentro / Prato Ebraico e ritorno ogni 30 min.
Visite guidate
Apprendisti Ciceroni®: Istituto Superiore “G. Torre”; Liceo Classico “G. Parodi”
Manifestazioni collaterali:
Avvinti nel nodo dei viventi. Mostra di immagini e documenti
Un tè chiacchierando con... Incontro informale con i curatori dell’iniziativa

Casale Monferrato (AL) Palazzo Ardizzone – Attualmente Sede dell’Archivio Notarile Distrettuale
Via Palestro, 24
Sabato 27 e Domenica 28, 10.00 - 12.00 / 14.30 – 17.00
Corsie preferenziali per Iscritti FAI; possibilità di iscriversi in loco
Visite guidate
Apprendisti Ciceroni®: Istituto “Balbo”

Tortona (AL) Chiesa e Convento dei Frati Cappuccini

Salita Cappuccini, 1
Sabato 27, ore 9.30 – 12.30 / 15.00 – 17.30; Domenica 28,ore 10.00 – 12.00 / 15.00 – 17.30
Corsie preferenziali per Iscritti FAI (ad esclusione del sabato mattina); possibilità di iscriversi in loco
Visite guidate
Apprendisti Ciceroni®: Liceo “G. Peano” di Tortona; I.P.S.C. “G. Marconi”, Sede Carbone di Tortona

domenica 21 marzo 2010

Consiglio Comunale



Probabile consiglio comunale il 31 marzo, ancora alle ore 18.
Un consiglio particolarmente importante perchè all'ordine del giorno ci sarà la discussione del Bilancio di Previsione 2010, ovvero la sintesi dell'azione che la maggioranza intende fare nel corso del corrente anno.
Il Bilancio di Previsione espone le Entrate e le Uscite previste, quindi i lavori e le iniziative che verranno intraprese.
Senza tema di smentite posso dire che questo è l'appuntamento essenziale della maggioranza per esporre ai cittadini i propri intendimenti.
Mancare a questo appuntamento sarebbe imperdonabile.

sabato 20 marzo 2010

21 marzo: è Primavera

Buona Primavera a tutti.
Rinasce la natura, rinascerà anche il nostro Paese.



25 marzo 2010: Mina compie 70 anni

Per tutti coloro cui Mina ricorda quando ....





UNESCO il 21 marzo giornata CONTRO LA DISCRIMINAZIONE RAZZIALE

Il 21 marzo si celebra Giornata Internazionale per l'Eliminazione della Discriminazione Razziale, a ricordo del 21 marzo 1960 quando la polizia di Shaperville, nel Sud Africa, apri' il fuoco ed uccise 69 manifestanti che protestavano pacificamente contro il regime dell'apartheid.

Per l'occasione la Commissione Nazionale Italiana per l'UNESCO organizza a Roma, il 22 marzo, alle ore 9, presso l'Istituto Benedetto Croce (viale B. Bardanzellu 7, Roma), un incontro con gli studenti di alcune scuole romane finalizzato a sensibilizzare i ragazzi sul diritto a non essere discriminati in base alla propria origine - un diritto riportato ormai in tutti i documenti internazionali sulla tutela dei diritti umani - e a dar loro l'opportunita' di confrontarsi attivamente sulle problematiche piu' attuali e delicati ad esso connesse.

venerdì 19 marzo 2010

Nonno Vigile

Approvato dalla giunta municipale, in via sperimentale, il progetto Nonno Vigile, per utilizzare i nonni nell'ambito del progetto "Sicurezza Scuole"
Sotto una foto scattata nel comune di Palestro

Mentre le Terme di Salice fanno la coda ...

In un articolo di ieri su La Provincia si parlava dei ritardi che la burocrazia è in grado di causare al progetto di rilancio delle nostre terme. Mentre tutti speriamo che la sittuazione si sblocchi presto e che non causi disaffezione ai progetti di investimento, notiamo che per i nostri "concorrenti" di San Pellegrino .....

Il presidente della Regione firma il rilancio per S.Pellegrino e Boario 10 marzo 2010

(Ln - Milano) Per la riqualificazione e la valorizzazione delle strutture termali di San Pellegrino (Bergamo), Regione Lombardia stanzierà ulteriori 9,3 milioni di euro. E' quanto prevede l'atto integrativo all'Accordo di programma (già firmato nel 2007) sottoscritto questo pomeriggio dal presidente della Regione con l'assessore alla Pianificazione territoriale della provincia di Bergamo, Silvia Lanzani, il sindaco di S.Pellegrino, Gianluigi Scanzi e l'amministratore della società Sviluppo S.Pellegrino, Antonio Percassi.
Il nuovo finanziamento, che va ad aggiungersi ai 10,5 milioni di euro già messi a bilancio da Regione Lombardia, è destinato al nuovo centro termale (5.934.303 euro), al nuovo teatro (2.454.915 euro), alla creazione di un parco ricreativo/sportivo nell'area Vetta (45.000 euro) e al completamento, al restauro e all'adeguamento impiantistico del Casinò (900.000 euro).
"Un intervento di qualità e quantità - ha detto il presidente lombardo - funzionale a una strategia complessiva di sviluppo per il territorio e dal quale ci aspettiamo risultati importanti per la ripresa economica dell'intera valle. Un progetto di eccellenza, e di grande impegno finanziario, per il quale pubblico e privato stanno lavorando in sinergia e sul quale insieme continueremo a vigilare perché si raggiungano gli obiettivi attesi per il rilancio economico dell'area".
L'atto sottoscritto nel pomeriggio prevede che gli anche altri soggetti concorrano economicamente, per complessivi altri 52,5 milioni circa, alla valorizzazione delle terme di San Pellegrino.
L'ACCORDO DI PROGRAMMA DEL 2007
Regione Lombardia con 10,5 milioni aveva contribuito a finanziare interventi per l'acquisto del nuovo centro termale di 3.500 metri quadri; l'ampliamento dell'Istituto scolastico alberghiero; il risanamento ambientale e l'adeguamento infrastrutturale e il recupero dell'ex Grand Hotel.
L'Accordo di Programma prevedeva poi il recupero del Casinò municipale, la ristrutturazione e l'ampliamento dell'Hotel Terme (parco compreso), l'insediamento terziario - commerciale - residenziale e il nuovo
pensionato per gli studenti dell'istituto alberghiero; la ristrutturazione e l'ampliamento dell'Hotel Vetta, il nuovo complesso residenziale in località Paradiso e la rimessa in funzione dell'impianto di risalita e parco turistico della Vetta.
21 MILIONI PER LA VALORIZZAZIONE TURISTICA DELLA VALCAMONICA
(Ln - Milano) Un accordo di Programma da 21 milioni di euro per l'attuazione del Piano strategico per la valorizzazione del turismo termale nell'area della Bassa Valle Camonica. Lo ha firmato nel pomeriggio il presidente della Regione Lombardia, con Mario Maisetti, assessore alla Sicurezza e Polizia della Provincia di Brescia delegato dal presidente, Alessandra Cominelli, delegata dal Commissario Prefettizio del Comune di Angolo Terme, Antonella Rivadossi, sindaco di Borno, Francesco Abondio, sindaco di Darfo Boario Terme e Sergio Trombini, presidente Terme di Boario spa.
Gli interventi previsti nell'Accordo riguardano in particolare:
- l'acquisizione del Parco Termale di Boario da parte del Comune di Darfo Boario Terme (5 milioni di euro);
- l'ammodernamento e l'ampliamento del Grand Hotel delle Terme della Società Terme di Boario SpA (11 milioni);
- l'intervento di miglioramento della viabilità di Darfo con la realizzazione di un nuovo asse viario e ponte sul fiume Oglio (5 milioni).
Regione Lombardia contribuisce con complessivi 3,5 milioni all'acquisizione del Parco Termale (2,5 milioni) e al miglioramento della viabilità di Darfo (1 milione).
Da parte sua, il comune di Boario stanzia 2,5 milioni per l'acquisizione del Parco e 4 per il miglioramento della viabilità di Darfo.
La Società Terme di Boario SpA finanzia, invece, con 11 milioni di euro, l'ammodernamento e l'ampliamento del Grand Hotel delle Terme.
"Attraverso la creazione di un polo di eccellenza nel settore termale che abbini l'offerta benessere con quella della montagna - ha detto il presidente della Regione - verrà assicurato un apporto decisivo allo sviluppo turistico della provincia di Brescia e dell'intera Lombardia, anche nell'ambito delle attività ed iniziative previste per EXPO 2015. L'Accordo consentirà, anche di migliorare l'accesso a Darfo attraverso la realizzazione di un nuovo asse viario e di un nuovo ponte sul fiume Oglio".
"Tutti questi obiettivi - ha aggiunto il presidente lombardo - sono possibili grazie all'impegno economico del pubblico e del privato che, lavorando in perfetta sintonia hanno dato vita a una sinergia operativa che, nel rispetto delle autonomie e delle specificità dei diversi componenti, ha permesso di arrivare alla sigla di questo importante atto" .
"Vogliamo valorizzare le specificità territoriali in un'ottica sussidiaria - ha concluso il presidente - e condividere problemi e obiettivi secondo un metodo comune per il progresso civile e sociale del territorio".
(Lombardia Notizie)

Dell'argomento San Pellegrino scrivevo già il 5 luglio del 2008 (vedi) per fare un piccolo raffronto con la nostra sciagurata situazione.


Duathlon di Bertoldo a Retorbido

Retorbido trova sempre nuove idee per acquisire visibilità ed ancora una volta si affida al suo leggendario Bertoldo.

Duathlon di Bertoldo: multicampioni al via

Sono aperte le iscrizioni alla prima gara prevista dal Trittico il 5 aprile prossimo - tre gare tre sprint in MTB - organizzato dall'ASD Triathlon Pavese per promuovere le multidiscipline sportive sul territorio. A Retorbido scatta la "Super Combinata Duathlon Ticinum 2010"

Voghera (Pavia) - Sarà una Pasquetta all'insegna dello sport, quella proposta - lunedì 5 aprile - a Retorbido, a pochi passi da Rivanazzano Terme e Salice Terme, teatro agonistico del 1° Duathlon di Bertoldo. L'evento di duathlon, sotto l'egida e il regolamento della Fitri (valido anche per il "Rank") e del Coni, è organizzato dall'ASD Triathlon Pavese di Voghera, in collaborazione con la Proloco e l'Unione Sportiva di Retorbido.
Il Duathlon di Bertoldo, che prende il nome dal sagace contadino nato in loco e protagonista di gustosi aneddoti popolari, ha già ricevuto il Patrocinio della Provincia di Pavia, del Comune di Retorbido e del Coni Provinciale, e ha fatto richiesta anche di patrocinio al Consiglio Regionale della Lombardia.
Un evento nell'evento. La gara segue la formula classica del duathlon secondo la "distanza" prevista per gli Sprint in Mtb vale a dire 3 km di corsa + 14 km di mtb + 1,5 km di corsa finale con la spettacolare "zona cambio" posta proprio attorno alla statua marmorea del Bertoldo.
La gara varrà sia come prima prova del Trofeo "Super Combinata Duathlon Ticinum 2010" sia come seconda prova del Trofeo "MTB Italia Duathlon Cup", circuito nazionale dedicato alla specialità in fuoristrada.

Qua sotto un indimenticabile Bertoldo con Ugo Tognazzi

giovedì 18 marzo 2010

Aumento 10% TARSU

Una delibera della Giunta omunale aumenta del 10% la TARSU:

GM 020 DEL 08.03.2010

OGGETTO: Adeguamento della vigente tariffa da applicare per la determinazione della tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani interni.

LA GIUNTA COMUNALE

Visto l’art. 172, comma 1 lettera e), del decreto legislativo 18 agosto 2000 n. 267 e successive modificazioni, il quale prescrive l’obbligo di allegare al bilancio di previsione la deliberazione con la quale è determinata, per l’anno successivo, la misura delle aliquote d’imposta;
Visto che il termine per l’approvazione dei bilanci preventivi degli enti locali per l’anno 2010 è stato differito al 30 aprile 2010 con decreto del Ministro dell’Interno del 17 dicembre 2009;
Richiamata la deliberazione della Giunta Comunale n. 17 in data 31.01.2008, esecutiva ai sensi di legge, con la quale venne aggiornata ed aumentata la tariffa per la determinazione della tassa in argomento avente effetto dal 1 gennaio 2008;
Vista la precedente deliberazione della Giunta Comunale n. 19 in data 08.03.2010 “Approvazione del nuovo regolamento comunale per l’applicazione della tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani. Proposta per il Consiglio Comunale”
Visto che il bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2010 prevede per il servizio di cui trattasi una spesa relativa all'anno 2010 di € 677.420,00 per raccolta e smaltimento e conferimento in discarica nonché spese di spazzamento che viene gestito direttamente dal comune con proprio personale e mezzi.
Visto che per assicurare gli equilibri di bilancio bisogna assicurare un incasso di € 605.000,00 al netto di sgravi dell'esattore ed insoluti
.
Ritenuto conseguentemente a tal fine dovere procedere ad aumentare la tariffa in atto della tassa nella misura del 10 per cento a decorrere dal 1 gennaio 2010.
Riconosciuta la propria competenza a deliberare in materia, ai sensi del combinato disposto degli articoli 42, comma 2, lettera f) e 48, comma 2 del decreto legislativo 18 agosto 2000 n. 267 recante “Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali”;
Acquisiti i pareri favorevoli ..........
All’unanimità di voti espressi in forma di legge:

D E L I B E R A

1. di approvare l’aumento del tariffario della tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani interni, avente effetto dal 1 gennaio 2010, nella misura del 10 per cento rispetto a quello in vigore;

2. di dare atto che con il gettito della tassa derivante dall’applicazione delle nuove tariffe, per l’anno 2010 in base agli stanziamenti di bilancio la copertura del costo del servizio è assicurata nella misura del 89,30 per cento;
3. di dare atto che si intendono espressamente richiamate, ai fini della loro conforme applicazione, tutte le disposizioni legislative e regolamentari disciplinanti le riduzioni, le agevolazioni, le sanzioni ed i rimborsi della tassa;
4. di comunicare copia della presente deliberazione al Ministero dell’Economia e delle Finanze – Direzione Centrale per la Fiscalità Locale, ai sensi e per gli effetti dell’art. 69 del decreto legislativo 15 novembre 1993 n. 507.
Di dichiarare il presente atto con separata votazione unanime immediatamente eseguibile ai sensi dell'art. 134, comma 4, del Decreto Lgs 267/2000.

Attualmente (ante aumento) le tariffe, differenziaate per tipologia di soggetti, sono:

TASSA PER LA RACCOLTA, TRASPORTO E SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI INTERNI (TARSU)

CATEGORIE Euro al MQ
RESIDENZIALE
1 Locali destinati ad uso abitazione, loro pertinenze e box privati 1,36
1a Unico occupante (riduzione 20%) 1,088
1b Stagionale (riduzione 5%) 1,292
NON RESIDENZIALE
2 Musei, biblioteche, scuole, associazioni e luoghi di culto 1,05
3 Cinematografi e teatri 1,11
4 Autorimesse e magazzini senza alcuna vendita diretta 1,57
5 Campeggi, distributori di carburanti, impianti sportivi 2,30
6 Stabilimenti balneari 1,66
7 Esposizioni, autosaloni 1,35
8 Alberghi con ristorante (zona giorno, sale, verande, ecc.) 5,59
9 Alberghi senza ristorante (zona notte, box, cantine) 2,84
10/a Case di riposo (locali adibiti a camere degli ospiti, compresi corridoi, scale e servizi correlati, cappella religiosa) 1,43
10/b Case di riposo (ingresso, reception, sale comuni, bar, uffici, verande, cucine, locali tecnologici, medicherie, locali per terapie, autorimesse) 2,65
10/c Case di riposo gestite da soggetti operanti istituzionalmente senza finalità di lucro – o.n.l.u.s. (locali adibiti a camere degli ospiti, compresi corridoi, scale e servizi correlati, cappella religiosa) 1,36
10/d Case di riposo gestite da soggetti operanti istituzionalmente senza finalità di lucro – o.n.l.u.s (ingresso, reception, sale comuni, bar, uffici, verande, cucine, locali tecnologici, edicherei, locali per terapie, autorimesse) 2,49
11/a Ospedali e case di cura (locali adibiti a camere degli ospiti, compresi corridoi, scale e servizi correlati, cappella religiosa) 2,84
11/b Ospedali e case di cura (ingresso, reception, sale comuni, bar, uffici, verande, cucine, locali tecnologici, medicherie, locali per terapie, autorimesse) 5,59
12 Uffici, agenzie, studi professionali 3,97
13 Banche ed istituti di credito 1,60
14 Negozi di abbigliamento, calzature, libreria, cartoleria, ferramenta ed altri beni durevoli 2,61
15 Edicola, farmacia, tabaccaio, plurilicenze 2,61
16 Negozi particolari: filatelia, tende e tessuti, tappeti, cappelli e ombrelli, antiquari 2,17
17 Banchi di mercato beni durevoli 4,65
18 Attività artigianali tipo botteghe: parrucchiere, barbiere, estetista 3,87
19 Attività artigianali tipo botteghe: falegname, idraulico, fabbro, elettricista 2,70
20 Carrozzeria, autofficina, elettrauto 2,86
21 Attività industriali con capannoni di produzione 2,43
22 Attività artigianali di produzione beni specifici 0,60
23 Ristoranti, trattorie, osterie, pizzerie 8,27
24 Mense, birrerie, amburgherie, pub e paninerie 12,71
25 Bar, caffè, pasticcerie 8,21
26 Supermercato, pane, pasta, macelleria, salumi e formaggi, generi alimentari 7,25
27 Plurilicenze alimentari e/o miste 6,84
28 Ortofrutta, pescherie, fiori e piante, pizza al taglio 7,18
29 Ipermercati di generi misti 7,19
30 Banchi di mercato generi alimentari 18,15
31 Discoteche, night club 5,00

70 Raccolta rifiuti vegetali 0,30

Percorso vita nel parco





Ormai il percorso vita nel parco di Salice è totalmente fuori uso. Segnalo un bell'esempio di "area benessere" che ho visto a Legnago (VR), realizzata nel parco pubblico. Penso che sarebbe una cosa veramente bella da copiare, magari per istallarla nel parco Montale a Godiasco (se a Salice venisse realizzata l'area skateboard -> vedi post successivo). Come si vede dalle foto, il complesso si compone di attrezzi che consentono di fare degli esercizi differenziati, indicati ognuno per sollecitare una certa parte del corpo. Nel poco tempo che sono stato lì, li ho visti molto utilizzati anche se era una giornata con temperatura non particolarmente mite. Anche di questa istallazione ho preso nome ed indirizzo del fabbricante, se l'amministrazione intendesse contattarlo per un preventivo: ELBI - Via Buccia 9 - Limena (PD) - tel. 049 884677 - www.elbi.it

Pista per skateboard e area sosta camper





Scrivevo nell'ottobre scorso che si potrebbe realizzare una area sosta camper con annesso parco giochi. In particolare parlavo di un'area attrezzata per skateboard, pensando che sarebbe una forte attrazione per i giovani non essendovi nulla di simile nel raggio di molti chilometri. Nei giorni scorsi ho avuto occasione di visitare Legnago, una cittadina in provincia di Verona. Nel parco ho visto realizzata la pista di cui parlavo per il nostro comune. Ho fatto alcune foto, anche al cartello che espone il nome del costruttore (se la nostra amministrazionee volesse contattarlo per un preventivo ....).
Queste le foto

domenica 14 marzo 2010

Lavori nell'alveo dello Staffora

Sono terminati i lavori nell'alveo dello Staffora all'altezza di Rivanazzano.
Premetto che il mio è un parere solo estetico e quindi soggettivo, ma mi sembra che il risultato finale sia una vera bruttura. Quello che era un ambiente variegato con slarghi e strettoie, con erbe e piante varie, ora è una autostrada dritta e desertificata. Penso anche, ma non sono competente, che così facendo si sia contribuito ad accelerare la velocità dell'acqua, attribuendole così, durante le piene, una maggiore forza. Temo che quando in estate diminuirà sensibilmente la portata di acqua, l'alveo resterà secco e quindi brutto e, forse, anche puzzolente. Forse uno sbarramento poco a valle di Rivanazzano, simile a quello sotto il ponte di Salice, avrebbe ovviato all'inconveniente.
Suppongo che i lavori siano stati decisi, nella loro modalità, dall'autorità competente per i torrenti che si riversano nel Po, e che l'amministrazione di Rivanazzano non abbia avuto voce in capitolo. A mio parere dovrebbe però interessarsene ed esaminare la cosa sotto il profilo della sicurezza e quello paesaggistico.
Bello invece mi sembra il lavoro delle spallette e della pavimentazione del marciapiede del ponte.





Ma che ore sono ?

A Salice, nella "piazza della fontana" c'è da tempo un orologio pubblicitario. In realtà è fermo da tempo immemore, e la pubblicità manca. Mi chiedo se non ci sia la possibilità di rimettere in funzione l'orologio e utilizzare lo spazio pubblicitario. Potrebbe essere ad esempio utilizzato per esporre, di volta in volta, l'iniziativa prossima ventura nel nostro comune: feste, mostre, concerti, ma anche consigli comunali ecc.
Si faccia qualcosa, è un brutto spettacolo così, fermo e disadorno. Ormai il tempo ha ricominciato a scorrere anche nel nostro comune !

Raccolta erba e ramaglie

Con un discusso provvedimento, la giunta Deantoni stabilì che per raccogliere erba da sfalcio e ramaglie si doveva pagare una tassa (prima il servizio era gratuito. Diversi cittadini hanno (onestamente) aderito, diversi altri continuano ad utilizzare i cassonetti della raccolta indifferenziata o a lasciare fasci di rami per strada. A Rivanazzano invece esistono degli appositi cassonetti, il cui utilizzo è, ovviamente, gratuito. erchè queste differenze ? Non sia interpretato questo discorso come un invito all'amministrazione di Rivanazzano di far diventare a pagamento ciò che oggi è gratuito, ma a come una esortazione alla nostra ad intervenire presso l'ASM per fornire anche noi di cassonetti appositi.

Concerti organizzati dal Comune

Una serie di tre concerti organizzati dal nostro Comune.
E' doveroso constatare che la nuova amministrazione è assai "produttiva" di eventi culturali, eventi che dovrebbero trovare il loro culmine nelle manifestazioni organizzate per il prossimo luglio.
Da non dimenticare anche l'impegno assunto dalla nostra biblioteca circa la raccolta di fondi per Haiti che dovrebbe svolgersi in maggio (preciserò meglio le date).
Questo il manifesto dei tre concerti: la foto non è il massimo e me ne scuso.

venerdì 12 marzo 2010

1° Facefood 2010 a Matera

Una bella idea di un negozio di specialità locali (vende anche on line) sito a Matera. Organizzare un fine settimana enogastronomico fra i famosi "sassi" con tutti i bloggers che si occupano/interessano di enogastronomia: FACEFOOD 2010
Potremmo prendere spunto da questa iniziativa ?
Chissà quanti bloggers ci sono nella nostra area di riferimento (Torino - Milano - Genova) che potrebbero gradire la cosa ?
Magari combinandola con un raduno di qualche associazione di camperisti ?
La biblioteca cosa ne pensa ?

92° Polentone a Retorbido

92a edizione de Il Polentone a Retorbido. Cortei storici e specialità locali ...

Abusi edilizi ai danni dei beni ambientali: in arrivo il condono

Dal sito EDILPORTALE
Se fosse vero, e venisse approvato, sarebbe veramente una cosa assai "sconveniente". Penso che i beni ambientali vadano tutelati sempre e comunque. Il fatto poi che il termine sia alla fine del 2010 mi sembra che sia un invito a compiere qualsiasi nefandezza. Anche il nostro territorio, così ricco di beni ambientali correrebbe dei rischi di scempi ?

giovedì 11 marzo 2010

A Vigevano il festival Piacere di Leggere e da noi Il Raccontalibri

Si svolgerà a Vigevano dal 12 al 19 marzo il Festival Piacere di Leggere.
Nuova edizione del festival dedicato allo scrittore ed educatore Gianni Cordone con premio che ha in giuria 250 bambini delle scuole di Vigevano: laboratori di poesia, spettacoli, assaggi di lettura e incontri con gli autori

Questo il programma a Vigevano

I giorni 8 e 9 marzo si è svolta alle scuole elementari di Godiasco e Salice la performance del "Raccontalibri" dove il signor Sergio Guastini, libraio in Sarzana, ha intrattenuto i bambini delle scuole elementari con il suo spettacolo per avvicinarli alla lettura. L'iniziativa è stata finanziata dal comune.
Tutti contenti dell'esperienza, bambini, insegnanti ed il sig. Guastini che si è detto speranzoso di aver presto l'occasione di tornare.


Il mestiere di raccontalibri
Tra i numerosi lavori legati al mondo dei libri uno dei più originali (forse unico, nel senso che è praticato da una sola persona, o quasi) è quello di raccontalibri.
Il raccontalibri va di casa in casa, fa raccogliere gruppi di bambini fra i 5 e i 10 anni e gli racconta delle storie: favole, libri famosi, leggende. In particolare si tratta di un signore di Sarzana, in provincia di La Spezia, Sergio Guastini, proprietario da più di un ventennio di una libreria per ragazzi nella sua città.
Il libraio diventa così promotore della cultura, intrattenitore di bambini con i suoi testi curiosi comprati durante i suoi viaggi in giro per il mondo, e moderno cantastorie, che cerca non solo di divertire, ma anche di inculcare nei ragazzi l’amore per i libri e per la lettura.



Testo della proposta di legge in favore delle Terme

Sono in possesso del testo completo della proposta di legge in favore delle terme. Purtroppo il testo è piuttosto lungo per pubblicarlo su questo blog. Se qualcuno fosse interessato, me ne faccia richiesta e lo spedisco via email

Piccolo turismo

Nella nostra bella vallata è possibile fare escursioni facili e belle senza alcuna fatica, visitando scenari inconsueti. Oggi, approfittando della nevicata del 9 e 10 marzo, sono andato al Brallo per vedere il paesaggio imbiancato. In circa 3 quarti d'ora da Salice si arriva a 1.000 metri ed è possibile fare una bella passeggiata, facile e quasi in piano, fra Brallo e dintorni e a Pregola. Le foto documentano ....