Informarsi è partecipare - Gruppo consiliare "Uniti per Godiasco" - Godiasco Salice Terme (PV)


domenica 28 ottobre 2012

Il Boccio nel Parco: pista di pattinaggio per valorizzarlo

Nel parco di Salice Terme c'è la struttura del Boccio, per anni lasciata deperire, restaurata nella primavera estate del 2011. La ristrutturazione ha riguardato il locale adibito a bar ed i servizi pubblici, mentre per i campi di bocce si è provveduto alla sola pulitura senza ripristinare l'impianto.     
Tutto bene? Direi di no. L'anno scorso la struttura è stata aperta a stagione quasi finita, quest'anno il 13 luglio e chiusa verso la metà di settembre. Dopo fantasiosi e impossibili progetti di pista di pattinaggio su ghiaccio al posto dei campi di bocce, le Terme hanno pensato di piazzarci dei gonfiabili per bambini che mi pare non abbiano avuto un gran successo (anche per la ristrettezza del perodo di apertura dell'impianto). Il bar quest'anno era stato promosso a "piccola griglieria" grazie ad un maxi barbeque proveniente dal castello di Velona (altra iniziativa della famiglia Fabiani in Toscana), con un consumo di carbone simile ad una locomotiva. Penso che anche quest'anno il locale Boccio non abbia dato buoni risultati economici e non solo per la assurda brevità della stagione di apertura.
A mio avviso è errata l'impostazione che gli è stata data. La mia proposta:
Ritengo che si dovrebbe asfaltare la zona dei campi di bocce per trasformarla in una pista di pattinaggio/ schettinaggio dove sia possibile pattinare ed usare skate board tutto l'anno. La cosa costerebbe circa 6mila euro, 2mila in più se venisse creata anche qualche collinetta per rendere più divertente il tutto. Il bar andrebbe trasformato in locale dove sia possibile solo mangiare macedonie e gelati o bere frullati di frutta e frappè (ma anche qualche semplice panino non sarebbe male). Si tratterebbe di "trarre ispirazione" dal noto locale di successo di Milano, Viel (clicca QUA). Con una veranda/paravento attorno alla zona tavolini sarebbe possibile allungare la stagione anche quasi all'intero anno in specie per quanto riguarda il pubblico dei giovani. Sono certo che la pista attirerebbe una folta frequentazione in tutti i pomeriggi; capita molto spesso di vedere ragazzi e ragazze che schettinano in giro per Salice e dare loro un punto di ritrovo sicuro, in mezzo al verde, con la possibilità di bere un frappè (prezzi onesti, però) sarebbe certamente una valida realizzazione. E consentirebbe di tenere aperti i bagni.
Importante è notare che non esiste nel circondario un locale specializzato in frullati, frappè, macedonie e gelati.
Questo consentirebbe di allargare l'offerta verso il pubblico senza far concorrenza, cannibalizzare, quella dei locali già esistenti.
L'unicità consentirebbe anche di richiamare avventori da lontano.
Sono convinto che le Terme non avrebbero alcuna difficoltà a trovare chi fosse disponibile, pagando un giusto affitto, a gestire la struttura e forse anche a realizzarla.

2 commenti:

  1. Ingenuo Ottimista29 ottobre 2012 13:20

    Ottimo suggerimento: pattini e skate per i giovani invece che tv e playstation tutto il giorno.
    Manca un posto di questo genere sempre apprezzato dagli adolescenti.
    peccato che l'hai proposta tu e quindi faranno di tutto per non fare decollare il progetto:-)

    RispondiElimina
  2. lo faranno, lo faranno, un pò più in là nel tempo ma lo faranno. Sono specialisti nel fare proprie le idee altrui e prenderne successivamente il merito.
    Accà nisciùno è fesso.
    un saluto a tutti
    giuseppe A.

    RispondiElimina

Se tu dai un euro a me ed io uno a te, abbiamo un euro ciascuno.
Se tu dai un'idea a me ed io una a te, abbiamo due idee ciascuno.
Le idee sono importanti, ma non è da meno la cortesia di farsi riconoscere quando si posta un commento.